Traffico di rifiuti: sequestrata azienda di San Quirino




Cronaca, Ecologia e salute, Friuli Venezia Giulia, Pordenone | Sara Rocutto | 22 ottobre 2010 alle 22:33

Mentre Napoli vive il problema dei rifiuti ombre non del tutto profumate paiono essere calate a San Quirino, comune pordenonese, dove è stata in questi giorni sequestrata la Ecosol, azienda dedita alla lavorazione di rifiuti industriali per lo stoccaggio e lo smaltimento.

In ballo ci sono false dichiarazioni per carichi che avrebbero dovuto passare per la Ecosol (sembra però che l’indagine possa coinvolgere anche altri soggetti) per poi essere trasportati in Cina. Pare sia stata una soffiata anonima arrivata agli inquirenti, a rivelare che tali carichi, senza subire alcun trattamento di lavorazione, siano stati spediti direttamente in India.

Non è la prima volta che aziende friulane finiscono nell’occhio del ciclone di indagini legate ai rifiuti: sono state chiuse ad aprile le indagini preliminari su un caso che coinvolge IdealService, società della Provincia di Udine, per traffici di rifiuti in Cina e Taiwan.

Così che una domanda sorge spontanea: mentre i comuni mirano al virtuosismo invitando i cittadini a forme di raccolta differenziata sempre più spinta le aziende, i privati, cosa stanno combinando?

Tags: , , , ,

Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO!


Friuli Venezia Giulia su Facebook: ti piace? Sottoscrivi il nostro feed RSS

Citycool su Facebook





Articolo scritto da Sara Rocutto

Sara Rocutto Sara Rocutto Di mestiere informatica per nutrire la testa, per passione scribana e fotografa per nutrire il cuore. In attesa di un'idea buona e utile per far bella la propria terra, al momento prova solo a raccontarla...
Sito: http://dopolapioggia.wordpress.com


1 commento

    Lascia un commento