Valcucine: fabbrica aperta a Pordenone




Eventi, Pordenone | Davide Nonino | 15 novembre 2011 alle 17:46

Valcucine ha deciso di prendere parte alla giornata organizzata da Unindustria Pordenone – Una domenica in aziendadomenica 20 novembre insieme a: Brovedani group spa, Consorzio keymec srl, Fantin srl, Fintessile spa, Fosam spa, Lean experience factory scarl, Onda communication spa, Sattec dbs gomma srl, Sim2 multimedia spa, Sinco spa, Unicolor spa e Zml industries spa.

Un appuntamento da non mancare per conoscere  un’azienda che ha fatto delle idee la leva del proprio successo.

Come si legge dal blog di Valcucine:

Immaginate un ambiente di lavoro carico d’energia positiva, rilassante e stimolante allo stesso tempo. Pensate a grandi uffici arredati con essenze e materiali naturali, vivacizzati da macchie di colore qua e là. Sentite su di voi la calda luce che entra dalle ampie finestre. Ammirate l’armonia della vista esterna, tra alberi e siepi, erba e cielo. Questo è solo parte di quello che Valcucine mostrerà.

Da sempre, in Valcucine tutto è coerentemente integrato in un unico grande progetto che lega forma e sostanza, esterno ed interno, design e contenuti, ricerca ed innovazione, etica e bioetica, uomo e natura…

La sede dell’azienda è essa stessa un manifesto di questa sua filosofia. Disegnata dallo studio Centazzo, (n.d.r. Gabriele Centazzo è presidente e designer dell’azienda, oltre che progettista e designer di tutti i prodotti Valcucine), la singolare costruzione adibita ad uffici risulta diversa dalla restante porzione del complesso industriale, rivestita com’è da particolari piastre ad effetto specchio cangiante, il cui colore cambia al mutare della luce.

Questo edificio “camaleontico” che si trasforma da viola a blu, da verde a nero, in continua interazione con l’ambiente circostante, non a caso è “la fucina” di mille pensieri ed innovazioni, di creatività ed idee in costante evoluzione, tutto ispirato alla e dalla natura, in perfetta reciprocità.
Anche all’interno si avverte un trattamento simbolico di materia e spazio che anticipa alcuni concetti della filosofia progettuale delle cucine Valcucine: libertà, leggerezza, slancio, volo. Nell’ampio atrio, una grande scala a chiocciola sale al piano superiore. Rappresenta l’avvenuta unione dialettica tra uomo -progetto, lavoro- e natura -legno, materia-, grazie alla quale l’uomo riesce ad elevarsi e superarsi.
Gli alti soffitti dell’entrata chiamano lo sguardo allo straordinario tetto a piramide. Il perimetro quadrato di raccordo alla struttura è reso invisibile grazie ad un uso grafico della trasparenza del vetro: la porzione geometrica di cielo attorno al tetto lo fa sembrare sospeso in aria, trasformandolo, così, da limite architettonico a “puro slancio”.

Persino i corridoi sono animati da piccole sculture in teche illuminate e “mossi” da elementi naturali e da colorati quadri: porte aperte su grandi uffici, scale di legno, composizioni di sassi e finestre sul verde.
In ogni spazio-lavoro, le ampie vetrate aprono mente ed occhi a ciò che si trova oltre, annullando qualsiasi senso d’oppressione.

E’ così che in Valcucine accade l’incredibile: ci si sente liberi… di lavorare.

PROGRAMMA VISITA
domenica 20 novembre
orari inizio tour guidati 9.15 – 9.45 – 10.15 – 10.45 – 11.15

percorso previsto:
- uffici
- sala conferenze
- scuola Valcucine
- laboratorio qualità
- laboratorio intarsi su vetro
- showroom

durata indicativa tour 1h.30m

info per navigatori satellitari/gps
ex via Arturo Malignani (Zona Industriale Vallenoncello)


Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO!


Friuli Venezia Giulia su Facebook: ti piace? Sottoscrivi il nostro feed RSS

Citycool su Facebook





Articolo scritto da Davide Nonino

Davide Nonino Davide Nonino web writer e scrittore, per lavoro si occupa di web marketing, per passione tiene laboratori di scrittura creativa per bimbi e ragazzi.
Sito: http://www.paroleappiccicate.it


Lascia un commento